Glossario | Crefin Money

Glossario Crefin Money

Glossario

ABI Associazione Bancaria Italiana è l'associazione che promuove e tutela gli interessi delle banche Italiane. Il sito web di riferimento è https://abi.it
ACCONTO È una anticipazione di denaro, richiesta del debitore, in tempo utile prima del saldo finale. Tale importo deve essere restituito del tutto nei casi in cui il contratto principale di finanziamento non si conclude. È molto utile nei casi in cui il cliente ha un'esigenza immediata di liquidità e non può attendere la conclusione dell'iter burocratico.
AFFIDABILITÀ CREDITIZIA Misura la capacità di un soggetto di ottenere credito dal sistema finanziario. Dipende dalla capacità di reddito personale e della famiglia, dal livello di indebitamento e dalla capacità dimostrata nel corso dei precedente prestiti di pagare puntualmente le rate.
AMMORTAMENTO Sviluppo temporale decrescente di un debito al susseguirsi delle rate pagate dal debitore.
ASSICURAZIONE IMPIEGO Assicurazione a copertura di un'eventuale perdita del posto di lavoro per qualsiasi voglia motivo. È obbligatoria per Cessioni del Quinto e per le Delegazioni di Pagamento.
CAB Il CAB è il Codice di Avviamento Bancario. Il codice attraverso il quale si identifica la posizione dello sportello della banca.
CAPARRA CONFIRMATORIA Somma che chi ha intenzione di comprare trasmette a chi vuole vendere, in occasione della firma della "transazione" a convalida del impegno preso. Se non specificato il contrario, il deposito svolge il ruolo di acconto. Non conferisce però il diritto di rivendicare la messa in opera del contratto.
CAPARRA PENITENZIALE Importo segnalato nella transazione per avere l'opportunità di declinare gli accordi contrattuali. Con la presenza di questo patto le parti hanno la possibilità di disdire il contratto in qualsiasi momento pagando l'importo prestabilito.
CENTRALE RISCHI Ente che fornisce alle imprese aderenti (banche, finanziarie, assicurazioni...) dettagli sullo stato creditizio dei soggetti registrati (operazioni di finanziamento, regolarità o irregolarità nei pagamenti...) riepilogate in una scheda famosa come "rapporto di credito".
CERTIFICATO DI STIPENDIO Atto concesso dal datore di lavoro che riferisce tutti i dati importanti per valutare o avviare una pratica di Cessione del Quinto. Prova l'esistenza di un rapporto dipendente e riporta il salario lordo e netto (annuo e mensile), il TFR accumulato, gli anni di anzianità lavorativa, la data esatta dell'assunzione, probabili trattenute sullo stipendio proveniente da altre operazioni di finanziamento.
CESSIONE DEL QUINTO La Cessione del Quinto è un'operazione di finanziamento per dipendenti e pensionati. Prevede una restituzione delle rate tramite trattenuta in busta paga fino ad un massimo di 1/5 dello stipendio.
CONTEGGIO ESTINTIVO È un conteggio che riporta l'importo dovuto ad una Società Finanziaria o banca allo scopo di estinguere anticipatamente un impegno in corso. Si calcola sottraendo dalla somma dovuta (rata mensile moltiplicata per il numero di rate rimanenti) la somma degli interessi non ancora maturati ed aggiungendo il compenso di estinzione anticipata e spese secondarie.
CONVENZIONATO Venditore di beni o servizi (beni mobili, immobili viaggi...) che, mediante la stesura di convenzioni con istituti finanziari, ha la possibilità di elargire finanziamenti rateali ai clienti, ricavando dagli stessi istituti compensi per il suo operato.
CONVENZIONE Patto firmato tra un venditore ed un istituto finanziario, mediante cui il venditore si assicura l'opportunità di proporre ai clienti i prodotti forniti dall'istituto finanziario, incaricandosi di avviare la pratica e ad inviarla all'istituto, per contro l'istituto finanziario si impegna a valutare la richiesta ed eventualmente procedere ad elargire il finanziamento, versando un compenso al venditore per il lavoro svolto.
COORDINATE BANCARIE Sono codici con i quali si può identificare un conto corrente attivato presso una banca. Le coordinate bancarie conmprendono: Codice ABI (per individuare l'istituto di credito), Codice CAB (per individuare la filiare dell'istituto di credito) e il Numero di conto corrente.
CREDIT SCORE Livello quantitativo coinciso dell'affidabilità creditizia di una persona. Questo "score" viene misurato esaminando i dati personali e creditizi del cliente.
CREDIT SCORING Metodo automatico per la valutazione di domande di credito, incentrata sull'osservazione di statistiche e sul riscontro dei dati del richiedente attraverso differenti banche dati. L'esito è un livello quantitativo coinciso (credit score) che riferisce la possibilità che il richiedente possa divenire insolvente. Se supera una certa quota il prestito sarà respinto.
CREDITO AL CONSUMO Assegnazione di un credito attraverso un finanziamento, dilazione di pagamento o altra facilitazione, per un soggetto che lo richiede per se stesso e non per un'eventuale attività professionale o imprenditoriale.
CREDITO ROTATIVO È uno dei differenti tipi di credito fornendo alla disposizione di un soggetto una somma che equivale al fido bancario, impiegabile anche in più soluzioni, rinnovando all'effettuazione dei rimborsi la disposizione. Può essere sorretta anche da una carta di credito.
CREDITORE Il creditore è un soggetto, fisico o giuridico, che pone alla disposizione del debitore una quantità di denaro o beni mobili e immobili, in cambio della promessa di restituzione futura.
CRIF Centrale Rischi Finanziari è un sistema informativo sull'indebitamento della clientela gestito da un ente privato.
DEBITO RESIDUO Parte di un prestito (con interessi esclusi) che il creditore deve ricevere dal debitore.
DEBITORE Soggetto che ottiene una somma di denaro o beni tramite un prestito impegnandosi a restituirlo entro una data prefissata.
DELIBERA La delibera è una stesura provvisoria rilasciata dalla banca al notaio antecedente all'elargizione del mutuo con tutte le postille.
DURATA DEL FINANZIAMENTO Arco di tempo stabilito dai soggetti interessati (debitore e creditore) entro cui il debitore sarà chiamato a riconsegnare il prestito, insieme agli interessi. Tale durata si misura in mesi o anni.
EROGAZIONE È l'esatto momento in cui si eroga al debitore o rivenditore convenzionato la somma prestabilita. Con questo gesto il contratto viene perfezionato.
ESTINZIONE ANTICIPATA È la possibilità di estinguere in modo anticipato rispetto al termine prestabilito il contratto. In tal caso il debitore deve versare la somma residua più eventuale penale se sottoscritta nel contratto, che deve però non superare alcuni parametri previsti dalla legge.
EURIBOR EURO InterBank Offeder Rate è divulgato dalla Federazione Bancaria Europea, illustra il tasso medio da utilizzare nelle transazioni tra le banche in Europa. Il calcolo è eseguito quotidianamente ed è punto di rifrimento per quanto riguarda i mutui a tasso variabile. In effetti è la somma che la banca versa alla Banca d'Italia per ottenere il denaro.
EURIRS EURO Interest Rate Swap, è il tasso d'interesse giornaliero. Garantisce la stablità dei tassi per tutta la durata del prestito e quindi ha un prezzo maggiore all Euribor. Il prezzo varia in base alla scadenza, secondo tale principio l'eurirs a 10 anni ha un prezzo maggiore di quello a 5 anni.
FIDEIUSSIONE è una garanzia fornita da terzi all'ente mutuante. Il fideussore assicura il pagamento del mutuo qualora il mutuatario risulti inadempiente.
FIDO Il fido bancario è la somma massima di denaro che una banca può concedere ad un soggetto fornendogli un Bancomat o Carta di Credito.
GARANZIA Ulteriore valore che agevola la concessione di un prestito. Le garanzie possono essere reali (pengo o ipoteca) oppure personali (garanzia apposta per firma o fideiussione). Valore presentato dal debitore al finanziatore a fronte della concessione di un prestito, su cui il creditore si può rivalere in caso di insolvenza. Le garanzie possono essere reali (per esempio pegno o ipoteca su un bene fisico, come un immobile) o personali (come per esempio la firma di un coobbligato, una fideiussione).
GARANZIE REALI Le garanzie reali danno in dote l'opportunità di rivendicare un'eventuale insolvenza del debitore sui beni immobili messi a garanzia del prestito. Le garanzie reali conferiscono all'istituto di credito l'opportunità di rivalersi sui beni avuti in garanzia, proteggendo la banca da rischi di natura finanziaria; i diritti reali sono costituiti dal pegno e l'ipoteca.
IBAN International Bank Account Number è un codice differente per ogni individuo con cui si rappresentano le coordinate bancarie e permette di effettuare operazioni da e verso l'estero. A seconda del paese la lunghezza del codice IBAN varia, in Italia ad esempio è di 27 caratteri alfanumerici. International Bank Account Number: L'IBAN introdotto dal Regolamento (CE) 2560/2001 è lo standard internazionale con cui vengono rappresentate le coordinate bancarie di un conto corrente e che permette, con un unico codice, di effettuare tutti i pagamenti in Italia e in Europa. La lunghezza dell'IBAN varia a seconda della nazione, e per l'Italia è fissata in 27 caratteri.
INSOLVENZA Mancato pagamento si una o più rate dal parte del debitore nei confronti del creditore.
INTERESSI DI MORA Percentuale presente nel contratto nel caso d'insolvenza (ritardo o mancato pagamento) da parte del debitore verso il creditore.
IPOTECA È una garanzia, solitamente applicata agli immobili, che permette al creditore di salvaguardarsi nel caso in cui il debitore non rispetti il contratto (in questo caso il creditore può confiscare l'immobile ipotecato).
ISC Sta per Indice Sintetico di Costo, è il calcolo del costo totale del mutuo, comprendente alcuni aspetti che il Tan non considera come: assicurazioni, l'imposta sostitutiva, tasso a regime e tasso d'ingresso.
ISTRUTTORIA Periodo seguente alla richiesta del finanziamento e antecedente alla concessione dello stesso, nel mentre tramite la valutazione della documentazione o altre informazioni acquisite, si valuta l'affidabilità del futuro cliente come: la capacità economica, la regolarità della domanda e la presenza o meno di garanzie.
LTV Sta per Loan To Value, ovvero il rapporto tra il mutuo ed il valore dell'immobile.
MONTANTE È la somma totale, compresa di interessi, da rimborsare alla banca, si ottiene moltiplicando la rata mensile per il numero delle rate totali.
MUTUO Tipo di contratto attraverso il quale il mutuante cede al mutuatario una certa somma con la promessa di restituzione. La forma più diffusa è il contratto immobiliare, elargito per l'acquisto o la costruzione di un immobile. In questo contratto sono indicate alcune informazioni come: somma totale, tasso d'interesse, spread (commissione per la banca), durata, piano d'ammortamento e le spese per un'eventuale estinzione anticipata.
MUTUO A TASSO FISSO Mutuo caratterizzato dal fatto che il tasso applicato rimane stabile e non varia in base alle oscillazioni del mercato.
MUTUO A TASSO MISTO Mutuo caratterizzato dalla possibilità del mutuatatio di passare da un tasso fisso ad uno variabile o viceversa.
MUTUO A TASSO VARIABILE Mutuo caratterizzato dal fatto che il tasso applicato varia a seconda dell'oscillazione del mercato.
PEF Sta per "Pratica Elettronica di Fido", è un piano che esegue l'istituto bancario per accertare al fattibilità del futuro mutuatario.
PEGNO Garanzia di tipo reale che concede al creditore di rivendicare il pagamento del finanziamento su un bene immobile o mobile del debitore.
PENALE PER ESTINZIONE ANTICIPATA Quota ulteriore che il debitore deve pagare per l'estinzione anticipata, per legge non deve superar l'1% del capitale residuo. In parole povere è la somma da pagare per estinguere anticipatamente un finanziamento.
PIANO DI AMMORTAMENTO È un piano che riferisce per ogni finanziamento rateale: l'importo della rata dovuta (divisa tra quota capitale e interessi), il debito estinto e il debito residuo. Questo prospetto viene fornito al momento della sottoscrizione del contratto, e aggiornato annualmente dalla Banca d'Italia.
PRESTITO DIPENDENTI Termine usato come sinonimo della Cessione del Quinto dello Stipendio, oppure più genericamente le forme di finanziamento che hanno l'addebito in busta paga.
PRESTITO FINALIZZATO Prestito attivato da un rivenditore di beni o servizi, che consente la dilazione del pagamento; il negoaziante stipula convenzione con le finanziarie e riceve una provvigione per i finanziamenti attivati oltre al prezzo d'acquisto del bene.
PRESTITO NON FINALIZZATO Prestito concesso senza la giustificazione di una spesa, la somma richiesta viene concessa direttamente al richiedente.
PRESTITO PERSONALE È una forma di finanziamento non finalizzata, prevede il pagamento degli interessi. Il Finanziamento viene rimborsato con rate costanti, e non necessita di garanzie reali.
PRESTITO PROTESTATI Con questo termine si intende sempre la Cessione del Quinto. La Cessione rappresenta l'unica soluzione di ottenere un finanziamento per i clienti che sono protestati.
QUOTA CAPITALE Sezione della rata inerente al capitale prestato e dovuto alla banca.
QUOTA INTERESSI Sezione della rata inerente agli interessi da corrispondere sul capitale.
RATA Pagamento costante dovuto dal debitore alla società finanziaria che permette la restituzione del finanziamento, tale somma comprende la quota capitale e quella degli interessi.
RID Sta per "Rapporti Interbancari Diretti", introiti diretti e continuativi sul conto corrente del richiedente del prestito. Strumento noto come "domiciliazione delle utenze", utile alle aziende di servizi e quelle erogatrici di servizi.
SPESE DI ISTRUTTORIA È la somma delle spese per far partire un finanziamento.
SPREAD BANCARIO Indicatore che, al pari del tasso, permette di ottenere il tasso d'interesse. Tale somma rappresenta l'effettivo guadagno dell'ente creditizio. Per SPREAD si intende il prezzo tra due valori. La banca acquista il denaro dalla Banca d'Italia al prezzo stabilito dall'Euribor, e poi lo vende al richiedente applicando lo SPREAD (il proprio guadagno).
TAEG Sta per "Tasso Annuo Effettivo Globale" anche noto come ISC "Indice Sintetico di Costo", viene espresso in percentuale, e contiene lo SPREAD, il tasso effettivo applicato e le spese accessorie.
TAN Sta per "Tasso Annuo Nominale" rappresenta, specialmente nelle operazioni di mutuo, il tasso a cui fare riferimento e che consiste nell'interessa annuo da corrispondere al finanziatore.
TASSO A REGIME Il tasso a regime è il tasso reale applicato dalla banca, tiene conto del valore del Euribor e dello SPREAD.
TASSO DI INTERESSE Il tasso di interesse è il costo del finanziamento in un dato periodo. Si suddivide in interesse semplice e interesse composto. L'interesse semplice è proporzionale al capitale e al tempo, e l'interesse maturato non scaturisce ulteriore interesse, mentre l'interesse composto viene aggiunto al montante e scaturisce altri interessi.
TASSO DI USURA Si considera tasso di usura quello che supera il Tegm, ovvero il "Tasso effettivo globale medio", viene applicato su ogni rata, si calcola aumentando il Tegm del 50% e quindi bisogna caricare il 50% del tasso medio annuale e confrontarlo con il tasso del prestito. L'usura in Italia è reato ai sensi dell'art. 644 "Chiunque si fa dare o promettere, sotto qualsiasi forma, per sé o per altri, in corrispettivo di una prestazione di denaro o di altra utilità, interessi o altri vantaggi usurari è punito con la reclusione da uno a sei anni e con la multa da 3.098 a 15.493 euro".
TASSO D'INGRESSO Il tasso d'ingresso è solitamente di importo minore solitamente applicato all'inizio di un finanziamento a tasso misto o variabile. Solitamente non supera i 2 anni.
TASSO FISSO Il tasso fisso è deciso all'inizio del finanziamento, ed è il costo del finanziamento che il debitore paga sul capitale ricevuto. Questo tasso è tipico dei prestiti personali, permettendo alla rate di rimanere costante.
TASSO VARIABILE Il tasso variabile è calcolato in base al costo del denaro. In questo modo la rata varia e viene applicato solitamente alle operazioni di mutuo.
TASSO ZERO Per tasso zero rappresenta il TAN "Tasso Annuo Nominale", applicato in periodo promozionali da rivenditori convenzionati. Gli interessi vengono comunque pagati da venditore, e il cliente dovrà corrispondere solo le spese aggiuntive, il TAEG.
TEG Sta per "Tasso Effettivo Globale", Indicatore in percentuale, aggiornato annualmente, del costo del finanzamento senza tener conto delle spese assicurative.
TFR Sta per "Trattatemento di Fine Rapporto". Ammontare di una somma accantonata durante gli anni di lavoro che il datore di lavoro deve al lavoratore al cessare del rapporto di lavoro. In caso di Cessione del Quinto tale somma diventa non disponibile per il lavoratore ma viene messa a garanzia del finanziamento.
UIC Sta per "Ufficio Italiano dei Cambi". Forza istituita dal Ministero del Tesoro, per controllare tutte la attività di credito al consumo, che riguardano tutti gli iscritti nell'elenco generale secondo l'art.106 del Testo unico in materia bancaria e creditizia (lista di soggetti che operano nel settore finanziario).